Sukhoi Su-26 classe 50

tentativo di aggiornamenti custom

Quando ho preso il Sukhoi 26 avevo l’idea di personalizzarlo e ricavarne una riproduzione verosimile. Adoro questo modello, trovo che sia un acrobatico mitico. Sarà per il motore stellare e il suo stile retrò, trovo che ha un fascino unico.

Il sukhoi 26 classe 50 (apertura alare 1450) doveva sostituire il mio vecchio mx2 stessa classe che iniziava ad essere malandato dopo qualche crash. L’idea era di conservarne buona parte dei componenti con un aggiornamento del brushless. Il setup era:

  • motore turnigy nuova serie sk 5045 da 1400 W
  • Elica tripala 14×9 master airscrew
  • Regolatore 80 A turnigy
  • lipo 5s turnigy 3600 30 c (batterie piuttosto sfruttate, le usavo sull’mx2)

Con questo setup tiravo 950 W e 50 A, peso con lipo 2820 gr (i 2100-2400 gr dichiarati dal costruttore sono senza batterie)
Prime impressioni costruttive, lo schema era vecchiotto rispetto all’mx2, meno robusto e senza la predisposizione del secondo servo per il picchia cabra. Farselo è complicato visti gli spazi ridotti per lavorare.
Infatti in volo il modello risulta molto picchiato nonostante le lipo siano in battuta sulla baionetta. Nei primi voli di controllo del bilanciamento ho dovuto trimmare il cabra. Atterraggi non facili.
Per dargli un bilanciamento cristiano ho dovuto arretrare il servo del profondità di 15 cm, spostare il regolatore verso la baionetta di 7 cm. Molto buono il comportamento in paracadutale negativa, così come la vite piatta negativa.
La cosa positiva è che non ho dovuto fare modifiche all’incidenza motore, cosa invece che l’mx2 mi aveva richiesto.

Dopo qualche volo, ho avuto la conferma che il modello era picchiato così ho aggiunto il secondo servo per il picchia cabra. Risultato? L’assetto risultava era troppo cabrato, esageratamente, ho spostato la batteria in battuta verso il castello. Il bilanciamento e’ migliorato, ma restavano ancora problemi da risolvere e il volato non era mai pulito. Dopo vari cambiamenti di asseto ho constato che aveva un comportamento in volo molto diverso dall’mx2 che avevo. Non aveva un volo pulito, sobbalzava facilmente e in atterraggio snappava con una certa facilità. Insomma, bel modello da guardare ma, in fatto di prestazioni in volo lasciava a desiderare. Ed è per questo che di li a poco sono passato al Sebart Angel classe 50.