Giorni fa sono stato da un cliente, non lo cito perché non voglio fare becera captatio benevolentiae. Dico solo che è una grande azienda con oltre 800 dipendenti ed è un dato che devo condividere, per dare un contesto e un significato a quello che seguirà. Sono arrivato leggermente in anticipo così mi sono preso un caffè, al piano terra dell’ufficio, dove è stata creata una zona pausa con le note macchine di bevande e snack.

La mia attenzione è andata sul tavolo con due cabaret a disposizione di tutti; uno di salati e uno con dolci. E mi è venuto in mente che anche nelle altre palazzine dell’azienda, negli spazi condivisi, il più delle volte c’è almeno un cabaret con dolce o salato. Ho riflettuto sul fatto che, per queste persone, è un’abitudine condividere una merenda e la cosa straordinaria, è che sono i dipendenti che, per vari motivi o ricorrenze, portano da mangiare. Sono molti anni che frequento aziende nella veste di consulente e ho una certa sensibilità a notare il “clima” che si respira negli uffici. A volte, basta mettere il naso in un’azienda pochi secondi, per capire che aria si respira.

Che tipo di azienda è una realtà con più di 800 dipendenti dove, dopo decenni di attività, i dipendenti portano “ancora” sistematicamente da mangiare e mettono in condivisione spontanea una merenda con i colleghi?

“Ancora” è la parola chiave. Ho già visto aziende giovani o startup farlo ma, di solito, è un comportamento figlio dell’entusiasmo di una giovane azienda con neoassunti, dove pochi colleghi iniziano un viaggio insieme. In queste aziende, inevitabilmente, dopo anni di crescita, queste abitudini si dissolvono. Questa è di solito la normalità.

E quindi torno alla domanda: che azienda è una realtà di oltre 800 persone che dopo decenni di attività vive ancora questo rituale spontaneo ed entusiastico? E’ l’azienda nella quale tutti vorrebbero lavorare. Non a caso è un’azienda che ha un progetto di crescita chiaro e ben definito. E’ un’azienda familiare dove è stata applicata una sana integrazione fra gli esponenti della famiglia ormai di seconda generazione e il management. E’ un’azienda dove sono tangibili valori “sani” di rispetto e dove il team trova un senso nello stare insieme e dei perché, per motivare quello che fa. Ancora una volta, una visione chiara del futuro, un piano di azione chiaro e condiviso e ruoli ben perimetrati, oltre a produrre fatturato e utili, produce entusiasmo e voglia di appartenere.